News

METTICI LA MANO al Teatro delle Arti

METTICI LA MANO al Teatro delle Arti

Sarà per Sabato 10 e Domenica 11 dicembre il nuovo appuntamento con la Stagione Teatrale del Teatro delle Arti di Salerno.

Dopo il successo de Il silenzio grande, la nuova inedita commedia di Maurizio De Giovanni Mettici la mano con Antonio Milo, Adriano Falivene, Elisabetta Mirra. Un progetto che nasce quasi come una costola della saga de Il commissario Ricciardi.
In una Napoli devastata dalle conseguenze del nazifascismo, martoriata dai bombardamenti, ma mai priva di quella carica di umanità e di amore per la vita, due tra i volti più colorati si staccano dal filone corale e tornano a raccontarsi con il pubblico, ma questa volta dal vivo: il brigadiere Maione e il femminiello Bambinella, uno con il rigore della divisa e l’altro con la leggerezza della femminilità travestita. Medesimi i due attori che hanno interpretato la serie tv: Antonio Milo e Adriano Falivene.
La novità è Elisabetta Mirra nel ruolo di Melina, straordinario sguardo sul sacrificio femminile di quell’epoca.


Eduardo Mio di Lina Sastri al Teatro delle Arti

Eduardo Mio di Lina Sastri al Teatro delle Arti

Secondo appuntamento con il GRANDE TEATRO al Delle Arti.
Sabato 26 e Domenica 27, in scena sulle tavole del Teatro salernitano uno spettacolo imperdibile - Eduardo Mio di Lina Sastri.

Spettacolo in parole, musica e poesia – spiega Lina Sastri – che racconta il << mio Eduardo >> attraverso i miei ricordi personali della sua conoscenza in teatro e nella vita. L’ uomo Eduardo attraverso lettere, poesie e qualche citazione delle sue opere. Il tutto accompagnato dalla musica. Che lui molto amava”.

Ideato, scritto e diretto da una delle più grandi interpreti della tradizione partenopea, lo spettacolo è impreziosito dunque da un raffinato accompagnamento musicale. L’attrice ricorda le prime esperienze di teatro, le prime lettura dei testi ma anche i rimbrotti del drammaturgo suo maestro, di cui sono stati celebrati nel 2020 i 120 anni dalla nascita. Oggi Lina Sastri ricorda con affetto il suo Maestro, un uomo dal carattere complicato, schivo, che in pochi sapevano comprendere. “Era un uomo solo, con molte responsabilità e infiniti pesi – afferma Lina Sastri – nonché ricco di insegnamenti artistici che si traducevano in esempi e fatti più che in parole”.

In questo spettacolo porto in scena un pezzo di cuore – scrive Lina Sastri – su Eduardo è stato scritto e detto tutto, io racconto di lui quello che so, quello che ho vissuto quando ho avuto la fortuna e il grande privilegio di conoscerlo, da giovanissima. Negli anni in me è emerso il ricordo vivo di lui, i silenzi, le pause, la voce, il rigore, la sensibilità, la grande lezione di teatro e di vita che mi ha donato, e, con il racconto, ogni tanto arriva qualche citazione del suo teatro e della sua poesia, insieme alla musica napoletana, che ci accompagna in questo viaggio. Eduardo mio perché racconto il mio Eduardo, quello che appartiene ai miei ricordi e alla mia vita di artista e di donna. Con sincero affetto e umiltà di allieva…


Carlo Buccirosso apre la Stagione Teatrale 2022/23

Carlo Buccirosso apre la Stagione Teatrale 2022/23

Si apre la Stagione Teatrale 2022/23

"L'erba del vicino è sempre più verde!"...un modo di dire, ma anche un nuovo esilarante spettacolo di Carlo Buccirosso.
Sabato 19 e Domenica 20 Novembre, appuntamento al Teatro delle Arti di Salerno per l'apertura della Stagione Teatrale 2022/23 che vedrà in scena dieci spettacoli, diciannove e più tra attori, cantanti, musicisti e ballerini, che saliranno sul palcoscenico del Teatro Delle Arti di Salerno, due gli spettacoli gratuiti per chi sottoscrive l'abbonamento.

Apre quindi, "L'erba del vicino è sempre più verde" una commedia comica in due atti scritta, diretta ed interpretata dallo stesso Buccirosso, la commedia racconta la storia di Marcello Trevisan, irreprensibile e scrupoloso cassiere di banca, da tempo in aperta crisi matrimoniale, vive un momento di profonda depressione, insoddisfatto del proprio tenore di vita, delle proprie ambizioni e di sua sorella, rea di aver contribuito al peggioramento delle sue insicurezze.
La stagione del Delle Arti prosegue poi il 26 e 27 novembre con Lina Sastri che presenterà "Eduardo mio", spettacolo in parole, musica e poesia che racconta il Eduardo De Filippo attraverso i ricordi personali della sua conoscenza in teatro e nella vita, l’uomo Eduardo attraverso le lettere, poesie e qualche citazione delle sue opere, il tutto accompagnato dalla musica che lui molto amava.
Terzo appuntamento sabato 10 e domenica 11 dicembre con Antonio Milo, Adriano Falivene ed Elisabetta Mirra protagonisti di "Mettici la mano". Lo spettacolo è ambientato nella primavera del 1943, a Napoli. La scena è un vano interrato in tufo, uno scantinato che fa da rifugio improvvisato per proteggersi dalla morte che viene dal cielo. In un angolo del locale una statua della Madonna Immacolata, miracolosamente scampata alla distruzione di una chiesa e in attesa di nuova sistemazione, davanti alla quale brilla qualche lumino a testimonianza del fatto che la gente del quartiere va a visitarla saltuariamente anche lì. E’ qui che si ritrova una strana compagnia, riunita dalla necessità di riparo.
Si prosegue il 7 e l'8 gennaio 2023 con Giovanni Esposito e Valerio Santoro che saranno i protagonisti di una delle commedia partenopee più belle "A che servono questi quattrini" di Armando Curcio, messa in scena per la prima volta nel 1940 dalla compagnia dei De Filippo con grande successo di pubblico.
Il 21 e 22 gennaio protagonisti saranno Giovanni Allocca, Angela De Matteo, Massimo De Matteo e Peppe Maiale che proporranno un altro classico della tradizione napoletana "Il medico dei pazzi", una delle più travolgenti ed esilaranti commedie di Scarpetta, messa in scena nel 108, ma rappresenta anche il canto del cigno di un autore/attore che l'anno successivo lascerà le scene.
Il 4 e 5 Febbraio il palco del Delle Arti si tinge di rosa con le Ebbanesis che proporranno "Così fan tutte", rielaborazione dell’opera di Mozart, tra villanelle, moresche e l’opera buffa napoletana. Un risultato straordinario che fa sembrare che Mozart abbia “copiato” le musiche della sua opera dalle melodie dei musicisti ambulanti napoletani.
Ancora la musica protagonista il 18 e 19 febbraio con Francesca Marini e il suo "Mina Tribute - La mente torna". Un lavoro scritto da Antonio Mocciola e Gaetano Liguori che ne cura anche la regia, capace di trasformarsi in un trascinante tributo ad una delle più grandi interpreti del panorama italiano e mondiale: Annamaria Mazzini, in arte Mina.
Ottavo appuntamento sabato 11 e domenica 12 marzo con Gino Rivieccio in "Rimettetevi comodi" che sarà accompagnato dalla Minale Big Band, diretta da Giancarlo Drillo. Insieme ripercorreranno alcuni generi musicali dagli anni '70 al night club, dallo swing alle armonie sudamericane, attraversando la satira di costume senza tralasciare alcuni celebri personaggi del suo repertorio!
Penultimo appuntamento il 25 e 26 marzo con Stefano De Martino in "Meglio stasera, quasi one man show", scritto dallo stesso De Martino insieme con Riccardo Cassini. Sul palco ci sarà lo Stefano che racconta: dall’infanzia in un paese affascinante e difficile, al successo. C’è lo Stefano ‘crooner’: insieme agli 8 orchestrali della Disperata Erotica Band, sospesa fra Carosone e Sanremo. C’è lo Stefano danzatore accompagnato nelle coreografie da alcuni ballerini professionisti (ex?) colleghi di qualche stagione addietro. C’è lo Stefano imprevedibile, quello dell’allegria e dei giochi in tv. E infine c’è lo Stefano che…
Chiude la stagione teatrale del Delle Arti un altro volto amico del pubblico salernitano e non solo Biagio Izzo che, l'1 e il 2 aprile, presenterà "La coppia strana", con Mario Porfito. La storia ruota intorno a due attori in tournée. Due grandi attori, due professionisti di successo. Due amici, complici e solidali, d’accordo su tutto, in un susseguirsi di attenzioni e premure talmente inverosimili da risultare esilaranti. L’uno è un playboy ingenuo, fedifrago suo malgrado, comico sempre e ovunque, morbido, generoso e geniale nelle sue invenzioni teatrali. L’altro, la sua spalla in scena e nella vita, è un gran simpaticone che ha meno fortuna con le donne e vive di luce e di successi riflessi, ma – lo ripete sempre – è felice così.
Non vi resta che...abbonarvi e godervi la magia del Teatro

 

STAGIONE TEATRALE 2022-23

STAGIONE TEATRALE 2022-23

APERTA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI PER LA STAGIONE TEATRALE 2022/2023

Nati 80... Amori e non

Amori, passioni e tradimenti, un susseguirsi di situazioni che investono le vite di quattro coppie di giovani quarantenni.

Paolo Belli - Pur di far Commedia

Paolo Belli - Pur di far Commedia

Paolo Belli torna in teatro con “Pur di far Commedia”, piece scritta ancora una volta con Alberto Di Risio, evoluzione naturale di “Pur di fare Musica”, lo spettacolo che ha riscosso unanime successo di pubblico e critica nelle passate stagioni.

Teatro delle Arti compie 18 anni!

Inaugurato il 2 Febbraio 2004, al taglio del nastro presente molte autorità tra cui Il Cardinale Renato Martino, l'allora Presidente Rai Lucia Annunziata, Carlo Verdone il Presidente della Provincia Alfonso Andria e l'on. Vincenzo de Luca che sostenne fortemente questa idea ed anche la sfida che alcuni artisti salernitani tutti professionisti, tentavano di intraprendere senza grandi appoggi economici, ma con grandi sforzi personali.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO...

 

 

Gigi Finizio

Gigi Finizio

Gigi Finizio il 14 aprile alle ore 21.00 al Teatro delle Arti con "IO TORNO".

Orari di Apertura Botteghino

Lunedì        17:00 – 22:00
Martedì      17:00 – 22:00
Mercoledì   17:00 – 22:00
Giovedì       17:00 – 22:00
Venerdì      17:00 – 22:00
Sabato       17:00 – 22:00
Domenica  17:00 – 22:00
                 

Teatro delle Arti

Il Teatro delle Arti è Social...

Teatro delle Arti - Salerno

Opere classiche e moderne, spettacoli di danza e novità cinematografiche in 2 sale dal design essenziale.

Privacy & Policy