3860

n un film pieno di grandi interpretazioni come JoJo Rabbit, non ce ne voglia nessuno, ma per noi a rubare la scena è Yorki, un ragazzino dalle forme appena morbide, degli occhiali neri neri e instabili sul naso, una militanza nazista dura e pura (è una satira per fortuna!), oltre a un’amicizia di un’ariana tenerezza infinita con il coetaneo protagonista, il JoJo del titolo, l’altrettanto talentuoso Roman Griffin Davis.

Già nel trailer lo si sente commentare gli eventi che accadono intorno a loro, prima durante l’addestramento non proprio all’insegna dell’efficenza, e poi nel corso della guerra vera e propria, con tanto di un mortaio usato come fuoco amico con goffaggine irresistibile e una rassegnazione che lo porta ad ammettere come “decisamente non è un buon momento per essere un nazista!”. Per il ruolo si è portato a casa una (meritatissima) candidatura ai Criticis Choice Movie Awards.

Il giovanissimo attore è un esordiente, si chiama Archie Yates, ha 10 anni e un gran bel nome roboante che richiama secoli di cultura e artisti britannici. Presto lo vedremo fra gli interpreti di un reboot di Mamma ho perso l’aereo per la piattaforma di streaming Disney +. Non interpreterà Kevin McCallister, l’iconico personaggio reso famoso da Macaulay Culkin nell’originale del 1990, e sequel, ma un nuovo bambino che, come Kevin, si difende nella casa di famiglia da ladri pronti ad approfittare della partenza dei genitori per le vacanze.

Share

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai su